Piattaforma digitale per i fondi destinati alle assunzioni nei piccoli Comuni

Piattaforma digitale per i fondi destinati alle assunzioni nei piccoli Comuni

Le linee guida dellaFunzione pubblica dedicate ai piccoli Comuni fino ai 5.000 abitanti, conriportati i criteri di ammissibilità normativi ed economico-finanziari perpoter sottoporre candidatura al Fondo (del valore di 30 milioni di euro) previstoper le assunzioni a tempo determinato degli anni dal 2022 al 2026, saranno disponibilida questo febbraio. L'annuncio della pubblicazione delle linee guida è arrivatoil 15 febbraio, da parte di Marcello Fiori, capo dipartimento online dellaFunzione Pubblica, che ha rivelato le funzioni della piattaforma digitale, la quale: "consentirà a tutti i Comuniaventi diritto di presentare le proprie istanze direttamente online per poiarrivare a un decreto di riparto delle risorse che vedrà il concerto dell’Ancie della Conferenza Unificata".

Le istruzioni presenti nelle linee guida saranno quelle daseguire per i piccoli Comuni intenzionati a sottoporre richiesta di personale, relativa alle carenze di professionalitàfondamentali per l'attuazione dei progetti. Tali richieste dovranno essere trasmesse in via telematica a PalazzoVidoni.
Nella discussione di Fiori anche la possibilità di reclutare professionisti edesperti esterni alle PA, per i progetti del PNRR, attraverso il portale inPA. Siparla di una valutazione congiunta all'Anci di "un correttivo di naturanormativa per valorizzare i professionisti neolaureati, o comunque giovani,e migliorare i criteri di selezione per collaborare ai progetti PNRR",tramite incarichi libero-professionali, ai quali non sarà possibile accedere aidipendenti pubblici. Tale impossibilità, spiega il capo dipartimento, derivadalla volontà di rafforzare la capacità amministrativa, evitando che "profilitecnici possano lasciare il proprio ente di appartenenza per lavorare suprogetti".

Il 21 febbraio, è stato anche avviato il programma per la formazione digitale dibase dedicato a tutti i dipendenti pubblici, come annunciato dal capodipartimento di palazzo Vidoni. Inoltre, entro l'estate, saranno avviate leattività formative sulla transizione ecologica del territorio e il PNRR. Vieneconsentito ai dipendenti pubblici di frequentare corsi universitari e masterpost laurea per la formazione e la specializzazione, il tutto grazieall'accordo siglato dal ministero dell'Università, la Conferenza dei Rettori(Crui) e da Renato Brunetta, ministro della PA.

Indietro

Articoli correlati: