Aumenti in busta paga per i dipendenti pubblici

Aumenti in busta paga per i dipendenti pubblici

L'intesa raggiunta lo scorso fine anno riguarda il nuovocontratto per il triennio 2019-2021 (CCNL Funzioni Centrali), grazieall'accordo che ha portato alla firma dei sindacati del pubblico impiego (diCgil, Cisl e Uil) e l'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle PubblicheAmministrazioni (ARAN). Un accordo rilevante che servirà anche da cartinatornasole per anche altre aree del comparto pubblico.

Gli effettivi aumentiin busta paga e relativi arretrati potrebbero arrivare già tra febbraio emarzo, dati i canonici tempi procedurali di circa due, tre mesi, checoinvolgono la procedura di verificaprima da parte dei comitati di settore, poi dalla Ragioneria generale delloStato per la verifica delle quantificazioni, per concludere il suo percorsoalla Corte dei Conti per il controllo di legittimità. Infine, il via liberadefinitivo verrà confermato dal Consiglio dei ministri.

La struttura di retribuzione saràdefinita per operatori, funzionari e assistenti e sarà composta da: - stipendio (checonsiste in stipendio tabellare e differenziale stipendiale);
- compensi per prestazioni straordinarie;
- retribuzione prevista per particolari performance e obiettivi raggiunti,sia a livello individuale che di organizzazione;
- retribuzione di anzianità;
- compensi specifici derivanti da particolari disposizionilegislative;
- altri compensi previsti dal CCNL di riferimento.

La busta paga avràun aumento medio del 3,7% (fino apicchi del 4,15%), basato sulla retribuzione percepita dai dipendenti delpubblico impiego, con incluso anche, per i redditi più bassi, anche l'elementoperequativo loro spettante.
L'aumento per i dipendenti viene facilmente riscontrato nella Tabella 1,"Misura annua lorda e numero massimo dei differenziali stipendiali",e si parla delle seguenti somme:
- 800 euro annuali per gli operatori, chepotranno accedere soltanto a 2 scatti di anzianità;
- 1250 euro annuali per gli assistenti, chepotranno accedere a 5 scatti di anzianità;
- 2250 euro annuali per i funzionari, chepotranno accedere a loro volta a 5 scatti di anzianità.

Riguardo le arre del comparto delle Funzioni Centrali, siparla invece di queste cifre:
- ministeri, agenzie fiscali, entipubblici non economici: da 63 euro lordi mensili perlavoratori di livello F1 a 117 euro lordimensili per gli ispettori generali;
- Agid: da 63 euro lordi mensili perlavoratori di livello F1 a un massimo di 194,46 euro lordimensili per lavoratori di livello F9;
- Cnel: da 63 euro lordi mensili perlavoratori di livello A1 a 106 euro lordimensili per lavoratori di livello C;
- Enac, Ansfisa, Ansv:da 62,30 euro lordi mensili per lavoratori dilivello A1 a un massimo di 151,80 euro lordimensili per lavoratori di livello PII 4 Super.
Per le altre aree il quadro sarà maggiormente definito solo alla firma dei contratti che riguardano ognispecifico comparto.

Indietro

Articoli correlati: