Rinvio delle elezioni provinciali confermato

Rinvio delle elezioni provinciali confermato

Rinvio a data da destinarsi anche per le elezioni provinciali, come stabilito dopo l’approvazione definitiva del Decreto Milleproroghe (DL 183/2020) da parte del Senato, che ha prorogato molti termini legislativi. L’Unione delle Province (UPI) ottiene così una vittoria, poiché l’emendamento inserito dalla Camera dei deputati riprende, con le necessarie modifiche, la proposta avanzata durante l’audizione in Commissione sul provvedimento. Un rinvio necessario dato soprattutto dalla perdurante situazione di emergenza sanitaria.

Con l’articolo 2 del nuovo testo, viene disposto il rinvio del termine per le elezioni dei presidenti delle Province e dei consigli provinciali, fissato dal DL 125/2020, come convertito dalla legge 159/2020, al 31 marzo 2021. Le elezioni amministrative in programma nei vari territori dovranno essere attese, è infatti stabilito che l’inizio delle consultazioni provinciali dovrà iniziare in un lasso di tempo “entro sessanta giorni dalla data dell’ultima proclamazione degli eletti nei Comuni della Provincia che partecipano al turno annuale ordinario delle elezioni amministrative relative all’anno 2021 o, comunque, nel caso in cui nella provincia non si svolgano elezioni comunali, entro sessanta giorni dallo svolgimento del predetto turno di elezioni”. Il termine così stabilito viene applicato anche alle elezioni riguardanti gli organi degli enti facenti parte delle Città metropolitane, dei consigli provinciali e dei presidenti delle Province la cui scadenza è prevista entro il primo semestre dell’anno 2021. Per gli enti che hanno in precedenza convocato i comizi elettorali, vige il compito di occuparsi della revoca del relativo decreto, per evitare complicazioni, in attesa delle future date, seguenti al rinvio.


Indietro