Graduatorie vigenti valide per assunzioni con il PNRR

Graduatorie vigenti valide per assunzioni con il PNRR

In tema di utilizzo del PNRR, tra le richieste più pressantiavanzate dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) si trova il rafforzamentodegli organici dei Comuni. Come conseguenza, il Decreto Recovery convertitoin Legge ha di fatto introdotto diverse importanti previsioni in tal senso. Inparticolare, con la disposizione articolo 16, comma 3-bis, in sede di conversionedel DL numero 146 del 21 ottobre, inserita dal Parlamento, si rende chiaro eprivo di dubbi che il convenzionamentotra PA per l’utilizzo di graduatorie concorsuali allo scopo di ricercare eassumere candidati idonei può riguardare anche enti di comparti diversi, compresienti locali e le regioni.

La procedura diutilizzo delle graduatorie per i vari Enti viene rinnovatasignificativamente dall'articolo 9, comma 18-bis: il compito di stabilire le condizioni, le modalità e i criteri di baseda seguire per le amministrazioni che rientrano nei criteri del PNRR è affidataad una Circolare del Ministro dell'Economia e delle Finanze.

Ecco qua riportato il testo coordinato del decretoconvertito: In considerazione dell’urgenza di rafforzare la capacitàamministrativa delle pubbliche amministrazioni, le amministrazioni titolari diinterventi previsti nel PNRR, inclusi le regioni e gli enti locali, possonoutilizzare le graduatorie ancora vigenti di concorsi per dirigenti diseconda fascia e funzionari, banditi anche da altre pubbliche amministrazioni,mediante scorrimento delle stesse nel limite delle assunzioni effettuabili aisensi della normativa assunzionale vigente.

Agli Enti è quindi permesso utilizzare le graduatorievigenti, ed è anche certo che, per mezzo della nuova Legge, i Comuni potranno addebitareal PNRR i costi del personale extra di cui necessitano l'assunzione. Perrendere tali assunzioni più agili si è stabilito inoltre che non necessiterannodi autorizzazione, aggirando così una pesante burocrazia, spesso di ostacoloper un repentino funzionamento delle operazioni necessarie ad una PA. Una verae propria boccata d'aria, per gli enti in mancanza di figure con specificacompetenza, spesso non possibili da assumere a causa del blocco del turnover odella carenza di fondi.

Indietro

Articoli correlati: