Al via la sperimentazione delle nuove borse di studio

Al via la sperimentazione delle nuove borse di studio "Dottorati comunali"

All'interno del "Fondo Sviluppo e Coesione" èstato stabilito un finanziamento, in via sperimentale, per i cosiddetti "Dottorati Comunali", ovvero vere eproprie borse di studio per i Dottorati. Il 31 gennaio 2022 è stato pubblicato,nella Gazzetta Ufficiale, il Decreto della Presidenza del Consiglio deiMinistri e del Ministro per il Sud e per la Coesione territoriale. Al suointerno, per quanto riguarda i contributi del "Fondo Sviluppo eCoesione" (per gli anni dal 2021 al 2023), si trovano i termini e le modalitàdi ripartizione e rendicontazione, destinati a finanziare la sperimentazionedei "Dottorati Comunali" , per i Comuni presenti nelle Aree interne,anche in forma associata.

Si tratta di 100 borse di dottorato, finalizzate e destinatea progetti di ricerca stabiliti tra i Comuni delle Aree interne e gli atenei, permigliorare la capacità di affrontare la sfida digitale e la transazioneecologica. Oltre a favorire lo studio e l'approfondimento di queste tematiche,lo scopo ultimo è quello di migliorare la qualità della vita dei cittadinidelle Aree interne. Tre punti sitrovano alla base dei Dottorati Comunali:
- garantire l’offerta e la piena accessibilità degli abitanti ai serviziessenziali (trasporto pubblico locale, istruzione e servizi socio-sanitari);
- promuovere la ricchezza del territorio e delle comunità locali;
- valorizzare le risorse naturali e culturali, attraverso la creazione di nuovicircuiti occupazionali;

contrastare lo spopolamento demografico e culturale.

Alle "aggregazioni dei Comuni proponenti" sonoassegnati i vari contributi, con untetto massimo di 25.000 euro per ogni annualità del Dottorato, come specificatonell'Elenco dell'articolo 1, Decreto direttoriale dell'Agenzia per la Coesioneterritoriale del 21 ottobre 2021, n 222, attraverso il quale si è approvato leattività istruttorie del Responsabile del procedimento e l’Elenco delle domandedi partecipazione ammissibili a finanziamento nell’ambito del “Bando per laconcessione di risorse destinate al finanziamento in via sperimentale da partedei Comuni presenti nelle Aree interne, anche in forma associata, di borse distudio per Dottorati comunali”.

Nella sezione "Amministrazione trasparente" diComuni e atenei proponenti (dei relativi siti internet personali) si dovràpubblicare l'importo assegnato e lo scopo del contributo ottenuto . Riguardo ilcontributo, il comma 2, articolo 3, del Decreto chiarisce che per “leannualità successive alla prima, l’erogazione è subordinata al perfezionamentodelle procedure previste da ciascun Ateneo nell’ambito dell’annualità diDottorato e all’utilizzo delle risorse erogate in riferimento alle precedentiannualità.

Indietro

Articoli correlati: