Smart City nel Lazio, gli aiuti arrivano dal Bilancio

Smart City nel Lazio, gli aiuti arrivano dal Bilancio

Attualmente la Regione Lazio è sotto gli occhi di tutti a casa delle problematiche legate all’attacco hacker ai sistemi informatici dell’Ente. Nonostante ciò, si stanno registrando interessanti iniziative verso un miglioramento dei servizi, passando proprio dal concetto di Smart City.

Tutto questo, secondo l’Assessore Regionale al Turismo, Dott.ssa Valentina Corrado, passerebbe proprio dall’approvazione nel Collegato al Bilancio di quattro articoli fortemente voluti dalla donna, i quali avvierebbero “un importante percorso di innovazione, di supporto agli Enti Locali e di rilancio del turismo”. Infatti, grazie a questi provvedimenti, i Comuni entreranno a far parte dell’innovazione tech e green a lungo richiesta dalle nuove linee guida europee.

Ovviamente, prima di fare salti nel tempo, sarà necessario iniziare con alcune misure concrete, partendo dall’istituzione di una serie di fondi dedicati alla manutenzione di tutti quei servizi indispensabili per la collettività, dalla gestione degli ascensori e dei servizi igienici pubblici per tutti gli Enti più piccoli (fino a 20mila abitanti). Inoltre, saranno presentati contributi che garantiranno il 50% della spesa sostenuta per il mantenimento degli uffici dei Giudici di Pace, il tutto al fine di migliorare e agevolare l’accesso al sistema giustizia.

Assieme a questi importanti provvedimenti, l’Amministrazione e l’Assessore Corrado hanno pensato di investire in una strategia congiunta per migliorare l’impatto turistico delle città, portando a dialogare attori pubblici e privati con lo scopo di incentivare e migliorare tutti quei servizi indispensabili per cittadini e turisti. Se tutto il piano verrà rispettato, il concetto di Smart City non sarà più qualcosa di così lontano ed utopico, a patto di mantenere elevata l’attenzione nei confronti della sicurezza informatica.

Indietro