In aumento le intimidazioni verso gli amministratori locali

In aumento le intimidazioni verso gli amministratori locali

Nel 2021 sono sensibilmente aumentati i casi (del 31,4% in più) di atti intimidatori verso gli Amministratori locali. Nel primo trimestre del 2020 i casi segnalati sono stati 137, saliti a 180 nel primo trimestre del 2021. Circa un quarto delle intimidazioni avviene via web e tramite social network (oltre un terzo dei casi).

Tali dati sono stati forniti dall'Organismo tecnico di supporto all'Osservatorio nazionale sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti degli Amministratori locali, guidato da Luciana Lamorgese, Ministra dell'Interno. Durante la riunione del 10 giugno in cui sono stati rivelati questi dati, è emerso come la Lombardia sia al primo posto per tali atti intimidatori registrati (38 casi), al secondo posto la Campania (26 casi) e al terzo la Sicilia (20 casi).
Si tratta di un fenomeno preoccupante ed in continua crescita, che merita uno studio per poter effettuare un'analisi precisa e puntuale del fenomeno, per poter potenziare gli strumenti di contrasto più efficaci. Per ottenere questo, spiega il Presidente dell'Organismo tecnico, il Prefetto Vittorio Rizzi, è necessaria una tempestiva condivisione delle informazioni da parte dei soggetti coinvolti.

Anche la Prefettura di Milano si è mossa indagando in forma anonima, ed i dati da essa ottenuti, incrociati con quelli dell'Anci Lombardia e dell'Associazione "Avviso Pubblico", hanno permesso all'Università degli Studi di Milano La Statale di stabilire che, su un campione di 1.300 Amministrazioni locali analizzate, il 39% degli episodi di intimidazione è avvenuto via web.
Il 76% degli intervistati ha dichiarato di non aver mai subito intimidazioni di sorta, dato considerato irrealistico, che ha portato all'ipotesi di una potenziale zona di silenzio, mentre 54 Sindaci, 84 Amministratori locali e 49 dipendenti comunali hanno ammesso di non aver voluto denunciare simili casi, da essi subiti.

In Lombardia, la Prefettura di Milano con la collaborazione dell'Anci Lombardia e dell’Associazione Avviso pubblico ed il supporto dell’Università degli Studi di Milano ha promosso la "Giornata formativa dedicata alla sensibilizzazione a sostegno degli amministratori locali sul tema degli atti intimidatori", per presentare e proporre metodi in grado di contrastare questo aumento delle intimidazioni ai danni degli amministratori locali.


Indietro