Rendere la Pubblica Amministrazione più smart

Rendere la Pubblica Amministrazione più smart

La Pubblica Amministrazione non sempre riesce ad essere smart eppure questo è ormai un requisito fondamentale per rendere un ente locale al passo con il tempo e in grado di andare incontro alle necessità del cittadino. Per questo si parla di percorso smart city, intendendo quello in grado di rendere più semplice e immediato il rapporto tra ente e cittadino, grazie all'utilizzo di servizi online, che allo stesso tempo andrebbero ad aumentare l'efficacia della pubblica amministrazione e a permetterle di risparmiare.

Stando a quanto indicato dall'Unione Europea, per rendere più smart la nostra PA locale ci sono tre punti da seguire: smart economy, smart governance e smart people. Le soluzioni da adottare devono sempre essere eseguite nell'ottica di un miglioramento che comprende il lungo periodo. In questo modo oltre a migliorare la qualità di vita del cittadino, la PA potrà diventare più efficiente, con una miglior organizzazione interna e i vari servizi online che potranno essere potenziati o aggiunti nel tempo. Per realizzare tutto ciò occorrerà una buona partecipazione tra i vari uffici dell'ente e talvolta anche soggetti esterni già esperti nel concetto di smart city.

L'avvio di questa risoluzione parte sempre a piccoli passi e con migliorie mirate. Un buon inizio è quello di stabilire uno sportello telematico polifunzionale, attraverso un portale dedicato, attraverso il quale l'utente potrà accedere ai servizi dell’ente a qualsiasi ora del giorno, tramite smartphone, PC o un Tablet, senza la necessità di raggiungere fisicamente il Comune. Le informazioni saranno quindi già immagazzinate nei vari software utilizzati dall'utente, e rispettando quanto previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale le richieste sostituiranno quelle in formato cartaceo. Tale sportello potrà ad esempio permettere di: verificare scadenze; consultare tutte le informazioni e le norme necessarie per le singole esigenze dei cittadini; effettuare eventuali pagamenti online; compilare e firmare in modo guidato i moduli digitali; consultare la propria posizione dal punto di vista tributario, catastale, ecc; interagire in modo sincrono o asincrono con i dipendenti comunali per chiedere chiarimenti o informazioni.

Un altro utile approccio è quello di creare un'app in grado di fornire al cittadino presente sul territorio tutte le comunicazioni relative al comune. Un app funzionante tramite geolocalizzazione, che in ogni caso permette al cittadino di selezionare (o deselezionare) quanto reputa interessante. Tramite l'app potranno essere comunicate scadenze, avvisi ed ogni cosa la Pa reputerà necessario o utile. Attraverso l'app possono poi essere i cittadini stessi ad inviare segnalazioni alla pubblica amministrazione.

Un ennesimo facile esempio di efficienza smart è la dematerializzazione, ovvero riversare i documenti cartacei dei vari uffici, in particolari di quelli con un valore storico e culturale all'interno di appositi database. in questo modo si velocizza incredibilmente la velocità di consultazione dei documenti, si da parte degli impiegati che da quella dei cittadini. Scansionando e digitalizzando questi documenti rendendo pubblico un patrimonio fondamentale, ed allo stesso tempo facilitando la conoscenza delle peculiarità dei nostri comuni si può fornire un enorme servizio per cittadini, studiosi ed a tutti gli interessati.


Indietro