Istat: presenza delle biblioteche nei Comuni italiani

Istat: presenza delle biblioteche nei Comuni italiani

Stando ai calcoli effettuati dall'Istat, il 58,3% del totale dei comuni italiani ha almeno una biblioteca nel suo territorio. In pratica si parla di quasi tre biblioteche ogni 100 chilometri quadrati e una per ogni 8.000 abitanti. Nel 2019, il numero delle biblioteche pubbliche e private, statali e non statali, aperte al pubblico in Italia è pari a 7.425 (con l'esclusione di quelle scolastiche e universitarie). I dati sono stati raccolti grazie all'indagine condotta dall'Istat: "Biblioteche in Italia. Anno 2019". L'80,6% delle biblioteche è aperta tutto l’anno, il 40% con un orario che va dalle 12 alle 30 ore alla settimana.

Si tratta in maggioranza di biblioteche civiche a titolarità comunale che coprono il 68,5% del totale (in pratica due su tre). A seguire troviamo le biblioteche appartenenti ad enti ecclesiastici (il 9,2%), poi quelle gestite da associazioni private (il 7,1%) e infine quelle in mano a delle fondazioni (il 4%).
La suddivisione nel territorio è sbilanciata a favore del Nord, in cui si trovano oltre la metà delle biblioteche (il 58,3%), al secondo posto il Meridione che ne possiede circa un quarto (il 24,2%) e infine il Centro (con solo il 17, 5%).

Nel 2019, sono state 7,8 milioni le persone iscritte in biblioteca che hanno fatto uso dei servizi disponibili (ovvero 1.200 per biblioteca osservata). Si parla più che altro di prestiti effettuati direttamente in loco (83,3%). Decisamente minore l'utilizzo dei prestiti mediante piattaforma digitale (35,2%) , di cui solo il 14,8% effettuato tramite e-book reader o appositi strumenti digitali.
Si sono contati 50milioni di ingressi fisici registrati dalle biblioteche. In media, 34 visite nei giorni di apertura per ogni biblioteca, per una media totale di 8.500 ingressi annui.

L'offerta di servizi rivolti all'utenza e sempre più diversificata in molte biblioteche, tra le quali spicca la promozione alla lettura, nel 54,3% delle biblioteche. Di poco inferiori le offerte dirette specificatamente ai bambini, come animazioni e laboratori (49,4%). Il 41% ha organizzato conferenze, seminari o convegni. Mentre si trovano anche biblioteche impegnate a proporre corsi didattico-formativi per l’utenza esterna (il 37,2%), o quelle che hanno allestito mostre temporanee (35,1%), oppure proiettano film e video (24,1%). Non solo servizio prestiti e consultazione.


Indietro