Dati ISTAT su biblioteche e musei

Dati ISTAT su biblioteche e musei

L’ISTAT hapubblicato un data set, impostatosu 13 indicatori e i relativi dati base, al fine di svolgereun’indagine su Musei,Istituzioni similiri e su Biblioteche,partendo dai risultati delle rilevazioni a carattere censuario.L’anno di riferimentoper i 13 indicatori è il 2018 per Musei e Istituzioni similari (con8 indicatori riguardo essi) e il 2019-2020 per le Biblioteche (con 5indicatori di loropertinenza).


All’inteno del progettoInformazione statistica territoriale e settoriale 2014-2020”,la Convenzione stipulata tra ISTAT e Autorità di Gestione del PN“Governance e Capacità istituzionale 2014-2020” hanno ideatovari prodotti tra cui il data set. Il progetto ha invece comesoggetti proponenti il Dipartimento per le Politiche di Coesionedella Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’ISTAT e l’Agenziaper la Coesione Territoriale.


Tramite il data setvengono messi a disposizione degli utenti, dati territoriali eindicatori aggiornati, in modo da poter valutare, misurare eosservare i risultati ottenuti dalle politiche di sviluppo locale,oltre a fornire la possibilità di dar via ad un dibattito pubblicoinformato e supportare eventuali riprogrammazioni delle risorsededicate. Nuovi indicatori del settore culturale e nuove annualitàsaranno utilizzate per aggioranre e integrare il sistema, rendendolodinamico.


L’utente interessato potràselezionare direttamente il data set, sfruttando l’indicatorerichiesto, i filtri, la fonte e il settore a scelta tra Musei eBiblioteche. Ogni indicatore ha al suo interno la catergoria diriferimetno selezionabile dall’interessato, per attingere (in basealla necessità) all’intero collettivo preso in considerazione o adun sottoinsieme di unità specifico, quali: musei o bibliotecheappartenenti a soggetto Pubblico/Privato, Ente Locale, Statali, ecc.Si può arrivare in questo modo 57 indicatori sviluppabili; 40 permusei e istituzioni similiare e 17 per le biblioteche.
Laconsultazione degli indicatori può essere approfondita navigando esuddividendo le informazioni per tipo di territorio;oppure secondo le partizionilegate ai diversi Cicli diProgrammazione delle politiche di sviluppo (2000-2006, 2007-2013,2014-2020); o anche per mezzo delle trazionali partizioniamministrativo-statistiche,quali regioni, province autonome e macro aree.


Al fine di giungere ad unacorretta interpretazione delle informazioni, sono residisponibili i metadati, assieme ai link per un diretto accesso allepagine ISTAT in cui si trovano i principali prodotti di diffusionid’interesse tematico, oltre ai file di microdati dei censimentirelativi a musei e biblioteche, di pubblico usufrutto. All’indirizzohttps://www.istat.it/it/archivio/16777sono consultabili anche le informazioni integrative fornite dal dataset, rispetto a quelle presenti nel soggetto Cultura della Banca datiindicatori territoriali per le politiche di sviluppo.


Indietro

Articoli correlati: