Per la prima volta il censimento generale dell'agricoltura si potrà fare nei C.A.A.

Per la prima volta il censimento generale dell'agricoltura si potrà fare nei C.A.A.

Il prossimo censimentogenerale dell'agricoltura sarà il settimo, e a 10 anni dal precedente simostra subito con un motto che ne chiarisce subito lo scopo: "Se tifacciamo domande è perché meriti risposte". Per la prima volta ci si potràaffidare ai Centri di Assistenza Agricola (C.A.A.) per la compilazione digitaledei questionari Istat.

Coldiretti spiega che il censimento che coinvolgerà le oltreun milione e 700mila imprese agricole avrà lo scopo di ottenere datiper creare un preciso quadro di riferimento del settore agricolo. Quadroindispensabile anche per comprendere l'impatto della pandemia di Covidsull'economia italiana di settore (e non solo), e per poter indirizzare lefuture politiche di sviluppo di un comparto strategico per gliapprovvigionamenti alle famiglie, per gestire l'export e poter definire lasovranità alimentare della nostra nazione.

I dati raccolti saranno utilizzati per avere un quadro dellecaratteristiche generali delle aziende agricole italiane, sulle attivitàconnesse, la forza lavoro impiegata, la consistenza degli allevamenti el'utilizzo dei terreni. La rilevazione è prevista dal Regolamento (UE)2018/1091 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 luglio 2018 relativoalle statistiche integrate sulle aziende agricole e Regolamento di esecuzione(UE) 2018/1874 della Commissione del 29 novembre 2018 sui dati da presentareper l’anno 2020 a norma del Regolamento (UE) 2018/1091 del Parlamento Europeo edel Consiglio del 18 luglio 2018.

Coldiretti si sta adoperando per allestire il necessario nei propriuffici, in modo da ospitare anche le aziende che per il tramite del C.A.A. aiuterannonelle operazione di raccolta dei censimenti. Un'attività di assistenzafondamentale che definisce i C.A.A. nel loro ruolo di supporto per gli obblighi burocratici e di semplificatori deirapporti con la Pubblica Amministrazione.
Il termine ultimo per l'invio dei censimenti è il 30 giugno 2021. Tempi e modalità specifici saranno preventivamenteconcordati tra imprenditori e operatori dei C.A.A., data la perdurantesituazione di emergenza sanitaria, che impedisce precisi progetti a lungotermine.

Indietro